Gli ioni negativi fanno bene alla nostra salute! Perchè?
  • Post category:SPA

Uno ione è un atomo, o una molecola, che ha guadagnato o perso uno o più elettroni. Se l’atomo è neutro, lo ione è caricato elettricamente. Uno ione negativo proviene da un atomo che ha guadagnato uno o più elettroni.

La molecola di ossigeno O2, che costituisce il 20% dell’aria, è una molecola elettrofila che acquisisce facilmente un elettrone aggiuntivo (in rosso nel disegno), per formare lo ione O2-.

Dove troviamo gli ioni negativi?

L’aria è ionizzata naturalmente, con un equilibrio tra ioni positivi e negativi negli spazi naturali. Ci sono comunemente da diverse centinaia a diverse migliaia di ioni per cm3 nell’aria nel loro stato naturale. In alcuni spazi naturali si possono trovare grandi quantità di ioni negativi: ai piedi delle cascate, lo scoppio delle goccioline d’acqua rilascia elettroni (fenomeno fisico chiamato effetto Lenard) che ionizzano l’ossigeno (ione O2- descritto sopra). Altri fenomeni naturali favoriscono la creazione di ioni negativi, tra cui la radiazione cosmica e la triboelettricità sulla punta degli aghi negli alberi spinosi. Possiamo così trovare grandi quantità di ioni negativi in montagna, al mare, nella foresta, al sole …

Gli ioni negativi fanno bene alla nostra salute (a differenza degli ioni positivi): migliorano il nostro umore, il nostro tono, la qualità del nostro sonno, la concentrazione, l’ossigenazione dei nostri tessuti … Gli ioni negativi ci renderebbero anche meno vulnerabili allo stress.

Ma perché ci sentiamo oppressi quando si avvicina un temporale? Perché ci sentiamo cullati dal mare? È qui che entrano in gioco gli ioni e la loro influenza sulla nostra fisiologia. Continua, ti diciamo di più!

Il malefatto degli ioni positivi

Mentre gli ioni negativi tendono a scomparire negli ambienti inquinati e più particolarmente negli spazi chiusi dove l’aria è condizionata, gli ioni positivi rimangono presenti nelle aree urbane e negli spazi interni. Alcune apparecchiature possono addirittura favorire l’aumento di ioni positivi, come fotocopiatrici, schede elettroniche o schermi. Le prime indicazioni dell’effetto biologico degli ioni positivi dell’aria sulla salute umana sono arrivate sotto forma di segnalazioni di aumentata irritabilità, attacchi di emicrania o trombosi in risposta ai cambiamenti nella carica elettrica dell’atmosfera che accompagnano i fronti meteorologici in arrivo.

I benefici degli ioni negativi

Agiscono principalmente per le vie respiratorie e potrebbero intervenire anche per via cutanea. Promuovono gli scambi tra le cellule e la penetrazione dell’ossigeno nei polmoni. Gli ioni negativi hanno anche la particolarità di liberare l’atmosfera dai batteri. L’aria di mare è così pura rispetto a quella delle città, che ci sono circa cento volte meno germi.

                                          SCOPRI LA COLLANA DI IONI NEGATIVI PORTATILE

Benefici fisiologici

Nelle grandi culture orientale, cinese e indiana, un principio vitale, che si può anche chiamare respiro vitale o energia vitale, occupa un posto centrale nei fondamenti della medicina e nelle pratiche di cura e sviluppo personale. Questo principio è chiamato Qi nella medicina cinese. L’agopuntura e il Qigong (ginnastica tradizionale e scienza della respirazione) mirano a controllare o migliorare la circolazione del Qi nel corpo. Secondo i fondamenti dello Yoga, il Prana è l’energia vitale che circola nell’universo e in tutti gli esseri viventi. È presente nell’aria e le pratiche respiratorie dello Yoga consistono nell’assorbire questa energia vitale dall’aria. Sotto l’effetto degli ioni negativi, c’è un cambiamento nelle costanti respiratorie (aumento della pressione parziale alveolare dell’ossigeno e diminuzione della pressione parziale alveolare dell’anidride carbonica), mentre sotto l’azione degli ioni positivi si verifica il fenomeno opposto.

Nel 2013 un team italiano ha svolto un’interessante sintesi dell’influenza degli ioni negativi sulla psicofisiologia umana, concludendo che ha un effetto benefico per il trattamento dei disturbi dell’umore (riduzione dei sintomi) oltre che per il miglioramento delle prestazioni.

Alcune persone sono più ricettive di altre alla mancanza di ioni negativi. Possono avere vari disturbi, ad esempio: stanchezza, irritabilità, mancanza di concentrazione, pensieri neri, mal di testa, mancanza di respiro, insonnia ». I ricercatori britannici dello Sports and Exercise Centre di Liverpool hanno esposto gli uomini a ioni negativi e hanno misurato le risposte fisiologiche, tra cui la temperatura corporea, la frequenza cardiaca e la respirazione, a riposo e durante l’esercizio.

Gli ioni negativi migliorano significativamente tutti gli stati fisiologici, specialmente durante il periodo di riposo.

La scoperta più importante è che gli ioni negativi sono “biologicamente attivi e che influenzano davvero il ritmo circadiano del corpo”. Gli ioni negativi consentono l’espansione coronarica e l’aumento del flusso sanguigno coronarico, migliorano la funzione cardiaca regolando la frequenza cardiaca e accelerando il flusso sanguigno, la qualità del sonno , alleviare l’angina e consentire la normalizzazione della pressione sanguigna.